Now loading.
Please wait.

Politica

Si è tenuta giovedì 15 dicembre 2017 presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo la conferenza stampa di  presentazione del Comitato per le professioni per la Città Metropolitana di Napoli – al quale prende parte il nostro Collegio -  istituito con decreto sindacale 374 del 21 novembre 2017 (ne abbiamo parlato qui). 

Obiettivo della nascente organizzazione, di cui il nostro Collegio fa parte, è promuovere una fattiva collaborazione tra professionisti e amministrazione, attraverso il coinvolgimento dei 24 Ordini e Collegi professionali, per migliorare i servizi e la qualità della vita.

“Il Sindaco, o un suo delegato – ha affermato Luigi De Magistris - parteciperà agli incontri del CUP dove si raccoglieranno idee e proposte”.

Profonda  gratitudine è stata manifestata da parte di tutti al compianto avvocato Maurizio De Tilla (scomparso da pochi), promotore dell'accordo e Presidente del CUP.

Si riunirà lunedì il tavolo tecnico in cui si discuterà della carenza di personale dell’Ospedale di Aversa a cui prenderà parte l’Asl, la direzione del nosocomio, la Prefettura, i sindacati ed i dipendenti dell’Asl Caserta.

Nel corso della riunione si cercherà di capire da cosa deriva il problema della carenza di personale che da anni affligge il presidio ospedaliero ‘Giuseppe Moscati’.

Una possibile risoluzione al problema potrebbe riguardare il trasferimento in corsia di medici ed infermieri, attualmente dislocati presso gli uffici delle Asl.

Si riunirà lunedì 11 dicembre 2017 alle ore 15.00 la Commissione Regionale per la realizzazione della Parità dei Diritti e delle Opportunità tra Uomo e Donna.

Tra le 45 componenti figura la nostra iscritta Paola Baldares, impegnata nella sottocommissione “Salute di genere” e “Parità di genere nel mondo del lavoro”.

All’ordine del giorno vi è il resoconto dell’incontro del 4 dicembre scorso sul terremoto di Ischia, di cui ne abbiamo parlato qui: http://tsrmcampania.it/news/43-politica/1010-terremoto-ischia-l-iniziativa-della-commissione-pari-opportunita.html

Nella scorsa newsletter abbiamo parlato dell’approvazione del Piano ospedaliero della Regione Campania da parte dei Ministeri di Economia e Salute.

L’ok proveniente da Roma, oltre a garantire oltre 1600 nuovi posti letto, permetterebbe alle strutture sanitarie presenti sul territorio regionale di programmare al meglio le proprie attività.

Le novità del Piano si concentrano principalmente nella città di Napoli, dove l’Azienda dei Colli (Cotugno, Pascale e CTO) entrerà a far parte della Rete dell’emergenza. Ci sarà, inoltre, la valorizzazione dell’infettivologia pediatrica del Cotugno, che diventerà Centro regionale per tale disciplina; il potenziamento dello Sten (trasporto neonatale) e l’innovativo centro per le patologie fetali del Monaldi, in cui all’unità per patologie cardiache viene affiancato un percorso ostetrico dedicato per i bimbi cardiopatici da assistere dopo la nascita con immediata e tempestiva assistenza grazie alla Terapia intensiva neonatale

Il testo completo del Piano ospedaliero al seguente link: http://95.110.234.53/qs_dnl/piano_de_luca.pdf

I Ministeri di Economia e Salute danno l’ok al Piano ospedaliero della Regione Campania, che dovrebbe garantire alla Regione 290 milioni di euro e permetterebbe, quindi, alle aziende ospedaliere campane di programmare assunzioni, stabilizzare precari e codificare l’offerta assistenziale.

Si tratta di fondi bloccati dal 2014, i quali porterebbero alla creazione di 1637 nuovi posti letto. Il Governo, però, ha imposto la riduzione di Unità operative complesse di Chirurgia generale, che rappresentano una spesa inutile per l’Esecutivo centrale dato che riguardano pochi posti in ogni struttura.

Un altro aspetto sul quale il Governo nazionale ha focalizzato la propria attenzione riguarda i ricoveri, che sono troppi se confrontati con la media nazionale.